Ricavi sempre maggiori per chi si affida al Cloud

Le imprese che integrano tecnologie Cloud ottengono un taglio dei costi e ricavi maggiori

Le imprese che si affidano al Cloud, secondo una recente ricerca condotta da Google, oltre a tagliare i costi, otterrebbero ricavi maggiori. Ad oggi, il 38% delle organizzazioni IT aziendali ha adottato il Cloud computing. Per il 2019 si prevede un incremento del 45%.
La fiducia nel Cloud si traduce in una crescita di ricavi del 9.1% per le imprese che lo adottano. Un dato importante se si pensa che le altre sono ferme alll’1%. È evidente, quindi, che sono in molti a considerarlo un vantaggio competitivo. Al contrario, le questioni legate alla sicurezza, alle normative e alla poca capacità di integrazione con i sistemi già presenti rappresentano gli ostacoli principali che frenano le imprese nell’adozione del Cloud computing.

L’Economist Intelligence Unit (EIU) è la ricerca condotta da Google relativa alla fiducia nella tecnologia e alle prestazioni del business. Lo studio mostra che le imprese favorevoli all’introduzione del Cloud Computing sono in netta crescita rispetto al passato. L’interesse verso le trasformazioni aziendali rappresenta, del resto, uno dei punti di forza del Cloud computing.
Ciò si traduce, molto spesso, in risultati importanti a livello di ricavi per le aziende che integrano il Cloud nei loro processi.
Ovviamente, la sola fiducia non è sufficiente a portare migliori risultati finanziari. Tuttavia, sembra importante al fine di facilitare l’approccio al cambiamento nei comportamenti e processi aziendali. Lo studio condotto da Google, a cui sono stati sottoposti circa 500 manager in 10 paesi, ha permesso quindi di comprendere il ruolo del Cloud e la fiducia riposta in esso. Il tutto in un contesto di trasformazione sempre più diffuso.

Vantaggi non limitati solo all’aumento dei ricavi

In sintesi, le imprese che adottano applicativi di Cloud computing riducono i costi e ottengono guadagni e risultati migliori.
È possibile ottenere il massimo valore dal Cloud solo se si sfruttano i suoi punti di forza. Questi consentono un rapido cambiamento a livello organizzativo. Tutto ciò comporta vantaggi in termini di strategie di business non limitati alla mera riduzione dei costi.
Affidarsi al Cloud significa aumentare sia la velocità che la flessibilità di un’impresa. Tutto ciò, ovviamente, in termini di reazioni alle condizioni di mercato. Anche se il livello di fiducia nei confronti del Cloud non ha ancora toccato percentuali alte, molte imprese hanno visto accrescere la fiducia globale in direzione del Cloud negli ultimi tre anni.

Se si escludono i riconoscimenti di tipo economico, il Cloud è visto come un mezzo per migliorare la collaborazione in azienda. Anche la reputazione complessiva del brand, l’abilità e l’agilità vengono ottimizzate in direzione dell’innovazione
Le preoccupazioni principali, invece, riguardano la sicurezza dei sistemi e dei dati immessi nella struttura Cloud, oltre che l’incapacità di integrarsi con sistemi preesistenti. Questi rappresentano i principali ostacoli che oggi limitano l’adozione del Cloud computing nelle imprese. Altri fattori sono collegati alla mancanza dei servizi di consulenza e un livello di servizi considerato da molti ancora inadeguato. Almeno rispetto a quelle che sono le reali esigenze delle imprese.