Dematerializzare i processi delle PMI

Dematerializzare: un vantaggio per le PMI

Si sente molto spesso parlare di dematerializzazione quando si discute di innovazione delle PMI. Dematerializzare significa, in poche parole, incrementare il livello di gestione documentale informatizzata all’interno della propria struttura di riferimento. L’obiettivo della dematerializzazione è proprio quello di sostituire tutti i supporti convenzionali, come quelli cartacei, in favore dei documenti digitali.

La situazione attuale delle aziende è caratterizzata, come è noto, da un utilizzo ancora diffuso dei supporti cartacei, i quali impegnano a lungo ciascun lavoratore interessato. Anche se le previsioni relative ai prossimi anni mostrano chiaramente che la situazione è destinata a cambiare, le aziende italiane presentano attualmente una forte intensità documentale in molti dei loro ambiti. Di conseguenza, le aziende stesse hanno percepito la necessità di intervenire. Questo soprattutto in quei segmenti in cui il passaggio ai sistemi digitali comporterebbe inevitabilmente un vantaggio in termini di tempo e di risorse economiche investite. In questa direzione una spinta importante è stata data dall’obbligo di fatturazione elettronica imposto a tutte le aziende che si interfacciano con la pubblica amministrazione.

Dematerializzare: un aspetto che consente di risparmiare sotto molteplici punti di vista

La dematerializzazione è un processo che subisce una spinta importante dai costi eccessivi dei documenti cartacei e dalla difficoltà di archiviazione che essi non sempre garantiscono. A questi si aggiungono una serie di inefficienze collegate anche ai tempi di ricerca e condivisione. Sotto questo punto di vista la gestione digitale consente un risparmio di carta, ma anche  una migliore efficienza. Questo spiega l’interesse delle aziende italiane rispetto a progetti di digitalizzazione e di dematerializzazione.
Secondo alcune ricerche condotte da alcuni importanti atenei italiani, le imprese risparmierebbero ben 200 miliardi se applicassero il digitale nei loro processi. Un risparmio che comporterebbe effetti positivi anche per l’ambiente, poiché verrebbero abbattuti 24 milioni di alberi in meno.

Anche nella P.A. è possibile dematerializzare. Esistono, infatti, cinque principali settori in cui è possibile realizzare la dematerializzazione nell’ambito della Pubblica amministrazione. Si tratta della fatturazione elettronica, ricette mediche elettroniche, certificati medici online, fascicolo sanitario elettronico e processi telematici. Il risparmio è qui misurabile in termini economici e produttivi.